Tutti gli articoli di vitegabry

Giornate internazionali di informazione previdenziale: calendario 2024

 
 

Giornate internazionali di informazione previdenziale: calendario 2024

Conclusione delle attività del 2023 e programmazione degli eventi per il 2024, con il calendario delle sedi italiane ed estere interessate.

Pubblicazione: 7 dicembre 2023

L’INPS organizza le Giornate internazionali di informazione previdenziale in collaborazione con le istituzioni tedesche (DRV – Deutsche Rentenversicherung), austriache (PV – Pensionsversicherung) e svizzere (UCC – Ufficio Centrale di Compensazione).

Questa iniziativa ha lo scopo di fornire consulenze specialistiche integrate agli assicurati comuni in merito ai requisiti richiesti per il conseguimento delle prestazioni, grazie alla partecipazione di funzionari dell’INPS e degli enti previdenziali esteri.

Il messaggio 7 dicembre 2023, n. 4390 fornisce il dettaglio delle attività svolte nel 2023 e il calendario degli eventi del 2024, con le sedi italiane ed estere interessate.

Prestazioni occasionali: come usare il portafoglio elettronico

 
 

Prestazioni occasionali: come usare il portafoglio elettronico

Dettagli sulle modalità di alimentazione del portafoglio elettronico per il contratto di prestazione occasionale e per il Libretto famiglia.

Pubblicazione: 7 dicembre 2023

Per ricorrere al Libretto famiglia o al contratto di prestazione occasionale, è necessario che l’utilizzatore alimenti il proprio portafoglio telematico attraverso il versamento di una somma destinata a finanziare il compenso al prestatore, l’assicurazione sociale e i costi di gestione delle attività.

L’utilizzatore può effettuare il versamento delle somme usando il modello F24, Elementi identificativi (ELIDE) o il Portale dei Pagamenti, accedendo con la propria identità digitale (SPID almeno di livello 2, CIE, CNS).

Il messaggio 6 dicembre 2023, n. 4380 specifica nel dettaglio le modalità di alimentazione del portafoglio elettronico per il Libretto famiglia e il contratto di prestazione occasionale.

Il messaggio informa, inoltre, che da dicembre sono attive, sull’app IO e su MyINPS, le notifiche delle comunicazioni destinate agli utilizzatori del Libretto famiglia e ai relativi prestatori.

SAN SIRO DI PAVIA

 

San Siro di Pavia


San Siro di Pavia

autore: Bernardino Campi anno: 1569 titolo: La Sacra Famiglia e San Siro luogo: Chiesa di San Marco, Milano
Nome: San Siro di Pavia
Titolo: Vescovo
Nascita: IV secolo, Palestina
Morte: IV secolo, Pavia
Ricorrenza: 9 dicembre
Martirologio: edizione 2004
Tipologia: Commemorazione
S. Siro della Palestina, era stato ammaestrato e innalzato a ministro del Signore dai discepoli degli Apostoli. Preso seco il santo giovane luvenzio, mosse per l’Italia, evangelizzando ovunque, e sostò a Pavia, di cui fu il primo vescovo. Pavia era ancor tutta idolatra e il Santo conobbe esser questo il campo che il Signore gli dava a coltivare, e lo coltivò con lo zelo e l’amore di cui era infiammato. Iniziò l’apostolato con l’intimare a tutti di credere a Gesù Cristo per ottenere la salute. La sua parola, corroborata dalla forza della grazia, trovò accesso in quei cuori. Siro passava le notti pregando e il giorno a istruire, consolare, soccorrere miserie, sapeva dimenticare e perdonare le ingiurie, e per tal modo in breve tramutò quel popolo idolatra in fervente cristiano. Atterrò gli idoli, ripurgò i delubri, dissipò le superstizioni, proscrisse i baccanali e operò molti prodigi. Il nome di Siro divenne grande non solo in Pavia, ma a Verona, Venezia, Milano che udirono la sua voce e videro i prodigi che Dio operava per lui.

Trionfo di San Siro in paradiso

titolo Trionfo di San Siro in paradiso

Per dodici lustri S. Siro profuse il suo zelo per il suo popolo e potè chiudere lieto gli occhi al tempo, nonagenario, avendo fatto piegare alla croce migliaia d’infedeli.

MASSIMA. Beata l’anima che ascolta il Signore che le parla, e dalle sue labbra riceve la parola di conforto! Imitazione di Gesù Cristo.

PRATICA. Siate avido in questo mese d’ascoltare la parola di Dio, e pregate S. Siro, vostro protettore, a farla fruttificare nel vostro cuore.

Della parola tua fa, Dio, che tutto lo serbi in mente, e ne riporti il frutto.

MARTIROLOGIO ROMANO. A Pavia, san Siro, primo vescovo della città.

Lascia un pensiero a San Siro di Pavia

Domande Frequenti

  • Quando si festeggia San Siro di Pavia?

  • Quando nacque San Siro di Pavia?

  • Dove nacque San Siro di Pavia?

  • Quando morì San Siro di Pavia?

  • Dove morì San Siro di Pavia?

  • Di quali comuni è patrono San Siro di Pavia?


Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram

Mostra santi del giorno:
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
Usa il calendario:
<PrecSucc>

dicembre 2023
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Oggi 9 dicembre si venera:

San Siro di Pavia

San Siro di Pavia
VescovoS. Siro della Palestina, era stato ammaestrato e innalzato a ministro del Signore dai discepoli degli Apostoli. Preso seco il santo giovane luvenzio, mosse per l’Italia, evangelizzando ovunque, e sostò…

Domani 10 dicembre si venera:

Beata Vergine Maria di Loreto

Beata Vergine Maria di Loreto
Traslazione della Santa CasaLa traslazione della Santa Casa di Nazareth dalla Palestina alla città marchigiana di Loreto.
newsletter

 Iscriviti

Oggi 9 dicembre nasceva:

San Martino de Porres

San Martino de Porres
DomenicanoMartino fu il primo mulatto a essere riconosciuto dalla Chiesa per la sua eroica virtù cristiana. Nato a Lima in Perù il 9 dicembre 1575, era figlio naturale di don Juan de Porres, un hidalgo spagnolo…
Oggi 9 dicembre si recita la novena a:

– Madonna di Guadalupe
Nostra Signore di Guadalupe, secondo il tuo messaggio in Messico, io ti venero come ” la Vergine Madre del vero Dio per quelli cui vivono, il Creatore di tutto il mondo, del cielo e della terra.” Nello…
– Madonna di Loreto
Vergine Lauretana, nel salutarti con filiale devozione amo ripetere le parole dell’Arcangelo Gabriele ed anche le tue: “Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con Te». “Grandi cose ha compiuto in me…
– Santa Lucia
O gloriosa Santa Lucia, che fin dalla vostra prima età corrispondeste docilmente all’educazio­ne cristiana, che vi diede la piissima madre vostra, otteneteci di apprezzare, fra le tenebre dell’attuale…
– San Giovanni della Croce
I. Cortesissimo Iddio, fu pur tenero e sollecito l’amore che voi dimostraste a Giovanni ancor fanciullino, quando sfortunatamente caduto in profondissima fossa, gli spediste la stessa vostra madre a stendergli…

 

 

Immacolata

 

Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria


Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

autore: Bartolomé Esteban Murillo anno: 1660-1665 titolo: Immacolata Concezione dell’Escorial luogo: Museo del Prado, Madrid
Nome: Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria
Titolo: La purezza dal peccato originale
Ricorrenza: 8 dicembre
Martirologio: edizione 2004
Tipologia: Solennità
Nel paradiso terrestre Iddio Padre, nell’atto di scacciare Eva, preannunzió la nascita di una donna che avrebbe schiacciato la testa al serpente e colla sua concezione senza macchia avrebbe riparato i danni del primo peccato.

Immacolata Concezione

autore Peter Paul Rubens anno 1628 titolo Immacolata Concezione

Siccome gli avvenimenti dell’Antico Testamento erano figura di quanto doveva realizzarsi nel Nuovo, così in molti è adombrata l’Immacolata: nel roveto ardente che arde e non si consuma; nel vello di Gedeone, ma specialmente nell’Albero di Jesse da cui doveva germogliare il fiore nazareno. Isaia, capitolo 11, versetto 1: «Un germoglio (naszar) spunterà dal tronco di Jesse, un virgulto germoglierà dalle sue radici, su di Lui si poserà lo Spirito del Signore».

Proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione

autore Francesco Podesti anno 1859-1861 titolo Proclamazione del dogma dell’Immacolata Concezione

Fin dai primi tempi della Chiesa si è sempre venerata l’Immacolata Concezione di Maria, ma non era ancora un dogma. Finalmente, il 2 febbraio 1849, il Pontefice Pio IX, ispirato da Dio e dalla Vergine, rispondendo alle insistenze dei vescovi e dei fedeli, inviò ai medesimi una lettera enciclica per domandare il parere di ciascuno riguardo all’Immacolata. La quasi totalità rispose esprimendo il desiderio vivissimo proprio e dei popoli, di veder presto proclamato quel dogma.

A questi voti Pio IX aggiunse la sua parola infallibile e l’8 dicembre 1854, alla presenza di tutta la corte pontificia e gran numero di vescovi e cardinali, definiva come dogma di fede la verità della Concezione Immacolata di Maria.

Questa proclamazione fu accolta con giubilo ed entusiasmo grandissimo da tutto il mondo, ed è senza dubbio una delle gemme più belle e fulgenti della corona di Maria. Se incomparabile è la sua divina maternità unita alla verginità più illibata, è tuttavia grazia e dono richiesto da quella dignità, l’essere concepita senza macchia originale. Era infatti necessario che per essere il Figlio di Maria senza macchia, senza macchia fosse anche la Madre.

Madonna col Bambino

autore Sassoferrato anno 1650 ca titolo Madonna col Bambino

In Ariano di Puglia nel 1823 due padri predicatori, esorcizzando un fanciullo illetterato di 12 anni, gli imposero di provare teologicamente il dogma dell’Immacolata con un sonetto a rima obbligata. L’ossesso prontamente improvvisò il sonetto di cui i versi sono:

Vera Madre son io d’un Dio ch’è Figlio
e son Figlia di Lui benché Sua Madre.
Ab aeterno nacqu’Egli, ed è mio Figlio.
Nel tempo io nacqui e pur gli son Madre.

Egli è mio Creator ed è mio Figlio,
son io sua creatura e gli son Madre;
fu prodigio divin l’esser mio Figlio
un Dio eterno e me aver per Madre.

L’esser quasi è comun tra Madre e Figlio
perché l’esser dal Figlio ebbe la Madre
e l’esser dalla Madre ebbe anche il Figlio.

Or, se l’esser dal Figlio ebbe la Madre
o s’ha da dir che fu macchiato il Figlio,
o senza macchia s’ha da dir la Madre.

Madonna di Lourdes

Pio IX al leggere questi bei versi, pianse di commozione! A suggello poi di questo dogma, e per farci toccar mano l’importanza e la grazia di aver per madre una donna che mai conobbe peccato, la SS. Vergine stessa, l’11 febbraio 1858, appariva a Lourdes, a S. Bernadetta ed affermava: Io sono l’Immacolata Concezione!

PRATICA. – Confessiamoci spesso e con le dovute disposizioni.

PREGHIERA. Dio, che mirabilmente hai preservato Madre del tuo Unigenito dalla colpa originale fin dalla sua concezione, fa’ che, muniti della sua intercessione, con cuore puro celebriamo la sua festività.

MARTIROLOGIO ROMANO. Solennità dell’Immacolata Concezione della beata Vergine Maria, che veramente piena di grazia e benedetta tra le donne, in vista della nascita e della morte salvifica del Figlio di Dio, fu sin dal primo momento della sua concezione, per singolare privilegio di Dio, preservata immune da ogni macchia della colpa originale, come solennemente definito da papa Pio IX, sulla base di una dottrina di antica tradizione, come dogma di fede, proprio nel giorno che oggi ricorre.

SUPPLICA A MARIA IMMACOLATA

Supplica a Maria Immacolata

O Maria, Vergine Immacolata, in quest’ora di pericolo e di angoscia, Tu sei, dopo Gesù, il nostro rifugio e la nostra suprema speranza. Salve, o Regina, Madre di Misericordia, nostra vita, nostra dolcezza, nostra consolazione e nostra speranza! Noi gridiamo a Te che sei dolce per chi ti ama, ma terribile contro il demonio come un esercito schierato in campo. Ti supplichiamo di distogliere dalle nostre iniquità lo sguardo dell’Eterna Giustizia e di rivolgere sopra di noi quello della Divina Misericordia. Un solo sguardo, o celeste Madre, uno sguardo di Gesù, e di Te, e noi saremo salvi! E vani cadranno i disegni dell’empietà che si scioglieranno come cera al fuoco! Esaudisci tanti voti e tante preghiere! Non dire che non lo puoi, o Maria, perché la tua intercessione è onnipotente sul Cuore del tuo Divin Figlio, ed Egli non ti sa nulla rifiutare. Non dire che non lo vuoi, perché Tu sei la nostra Madre, e il tuo Cuore deve commuoversi ai mali dei tuoi figli. Poiché dunque lo puoi e senza dubbio lo vuoi, accorri in nostro soccorso! Deh! salvaci, non lasciar perire coloro che in Te pongono la loro fiducia, e non Ti domandano se non quello che tu stessa tanto desideri: Il Regno del tuo Figlio sull’universo intero e in tutti i cuori. Mai si è udito dire che alcuno abbia ricorso al Tuo patrocinio e sia stato abbandonato. Prega dunque per la nostra patria che Ti ama! Presentati a Gesù, ricordagli il Tuo amore, le tue lacrime, i tuoi dolori: Betlemme, Nazaret, il Calvario; supplica per noi e ottieni la salvezza del tuo popolo! O Maria, per il dolore del Tuo Cuore quando incontrasti Gesù coperto di sangue e di ferite sulla via del Calvario, Abbi pietà di noi!

O Maria, per l’amore che invase il tuo Cuore, quando ai piedi della Croce di Gesù ci fosti data per Madre, Abbi pietà di noi!

O Maria, per il dolore del Tuo Cuore alla vista del tuo Figlio diletto morente sulla Croce fra i più atroci tormenti, Abbi pietà di noi!

O Maria, per il dolore del Tuo Cuore quando il Cuore di Gesù fu trafitto dalla lancia, Abbi pietà di noi!

O Maria, per le Tue lacrime, per i Tuoi dolori, per il Tuo Cuore di Madre, Abbi pietà di noi!

AUDIO-VIDEO

Lascia un pensiero a Maria Immacolata

Alcune dedicazioni a Maria Immacolata

Chiesa di Santa Maria della Concezione

Chiesa di Santa Maria della Concezione
Chiesa dei CappucciniLa potente famiglia Barberini cominciò a costruirsi uno sfarzoso palazzo nel 1625 lungo la Strada Felice (oggi via Quattro Fontane), allora ai margini…

Ti può interessare anche:

Madonna del Rosario di Pompei

– Madonna del Rosario di Pompei
ApparizioneIl culto della Beata Vergine del Rosario di Pompei, o, più semplicemente, della Madonna di Pompei, nasce alla fine del 1800 ad opera di Bartolo Longo…
Beata Vergine della Medaglia Miracolosa

– Beata Vergine della Medaglia Miracolosa
ApparizioneLa Beata Vergine Maria della Medaglia Miracolosa dal 1894 si festeggia, al termine d’una novena, il 27 novembre alle ore 17, ovvero, come recita la supplica…
Beata Vergine Maria di Fatima

– Beata Vergine Maria di Fatima
ApparizioneEra il 13 maggio 1917 quando Lucia, Francesco e Giacinta, tre ragazzi di 10, 9 e 7 anni di un paesino di nome Fatima in Portogallo, videro su un leccio…
Beata Vergine Maria del Monte Carmelo

– Beata Vergine Maria del Monte Carmelo
ApparizioneIl Monte Carmelo fu, fin dai tempi più remoti, assai famoso in Palestina ma oggi territorio israeliano. Su di esso infatti si ritiravano uomini di santa…
Beata Vergine Maria del Rosario

– Beata Vergine Maria del Rosario
ApparizioneLa festa odierna ci ricorda il giorno in cui i Cristiani riportarono la vittoria contro i Turchi a Lepanto nel 1571. S. Pio V la istituì sotto il titolo…
Santissimo Nome di Maria

– Santissimo Nome di Maria
L’amore di Maria verso il FiglioDopo il nome di Gesù non v’è nome più dolce, più potente, più consolante che quello di Maria; nome dinanzi a cui s’inchinano riverenti gli Angeli, la terra…
Beata Vergine Maria di Lourdes

– Beata Vergine Maria di Lourdes
ApparizioneIn un secolo tutto incredulità, in una nazione pervasa di ateismo, quale era la Francia nel secolo XIX. Maria si proclama Immacolata, e inizia una serie…
Beata Maria Vergine di Guadalupe

– Beata Maria Vergine di Guadalupe
ApparizioneLa storia religiosa di Guadalupe inizia 480 anni fa nel 1531 quando la Santa Vergine, Madre di Nostro Signore Gesù Cristo, apparve più volte a Guadalupe…
Natività della Beata Vergine Maria

– Natività della Beata Vergine Maria
Nascita della SS. VergineI fortunati genitori di Maria furono S. Gioachino e S. Anna. La nascita della SS. Vergine fu preannunziata fin dall’inizio quando il Signore promise all’umanità…
Presentazione della Beata Vergine Maria

– Presentazione della Beata Vergine Maria
Dedicazione di Maria al SignoreMaria aveva raggiunta l’età di tre anni, ed i suoi genitori, secondo la promessa fatta, la portarono al tempio onde consacrarla al Signore. Possiamo immaginare…
Assunzione della Beata Vergine Maria

– Assunzione della Beata Vergine Maria
Maria assunta in cieloGesù salendo al cielo aveva lasciato la sua Madre a guida della Chiesa nascente perchè fosse a tutti di conforto. La lasciò fin tanto che la vide necessaria…
Beata Vergine Maria di Loreto

– Beata Vergine Maria di Loreto
Traslazione della Santa CasaI santuari dedicati a Maria sono sparsi in tutto il mondo, perchè la Madonna essendo mamma di tutti, vuole stare vicina a tutti i suoi figli. autore sconosciuto…
Beata Vergine Maria Addolorata

– Beata Vergine Maria Addolorata
Il cuore affranto di MariaOgni sguardo dato a Lei da Gesù, ogni accento di quel labbro soave, mentre sollevava Maria sulle ali dell’amore materno, la precipitava nell’investigabile…
Cuore Immacolato della Beata Vergine Maria

– Cuore Immacolato della Beata Vergine Maria
Questa festa fu istituita nel 1945 a perenne ricordo della consacrazione della Chiesa e del genere umano al Cuore Immacolato di Maria fatta da Pio XII…
Santa Maria della Neve

– Santa Maria della Neve
Dedicazione della basilica di Santa Maria MaggioreLa festa della Beata Vergine della Neve è una delle più celebri, specie in Italia, ove numerosi sono i Santuari dedicati alla Madonna sotto questo titolo…
Maria Santissima Madre di Dio

– Maria Santissima Madre di Dio
Divina Maternità di MariaQuesta festa fu istituita dal Sommo Pontefice Pio XI nel 1931, in occasione del XV Centenario del Concilio Efesino, coll’Enciclica Lux Veritatis Gesù nacque…
Beata Vergine Maria Regina

– Beata Vergine Maria Regina
Regina del cielo e Madre di misericordiaL’undici ottobre 1954, S. S. Pio XII istituì la festa della Regalità di Maria, da celebrarsi ogni anno in tutto il mondo il giorno 31 maggio; fu poi trasferita…
Santa Maria Ausiliatrice

– Santa Maria Ausiliatrice
L’aiuto dei CristianiMaggio è il mese dei fiori e la Chiesa lo dedica al fiore che non appassisce, alla « rosa di Gerico piantata sulle rive dei ruscelli »: Maria. Ed in questo…
Visitazione della Beata Vergine Maria

– Visitazione della Beata Vergine Maria
Visita di Maria a ElisabettaQuando la Vergine seppe dall’Arcangelo Gabriele che era prossima a divenire madre del Precursore, fu stimolata interiormente dallo Spirito Santo a recarsi…
Santi Sette Fondatori dell'Ordine dei Servi di Maria

– Santi Sette Fondatori dell’Ordine dei Servi di Maria
ConfessoriVivevano a Firenze, all’inizio del secolo XIII, sette illustri patrizi che alla nobiltà del sangue, univano una grande virtù; Bonfiglio Monaldi, Bonagiunta…
Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe

– Santa Famiglia di Gesù, Maria e Giuseppe
Esempio santissimoLa festa della Sacra Famiglia fu introdotta nella liturgia cattolica solo localmente nel XVII secolo. Nel 1895 la data fissata per tale festa fu la terza…
Beata Vergine Maria della Mercede

– Beata Vergine Maria della Mercede
Maria misericordiosaIl primo agosto del 1218, festa di San Pietro in Vincoli, il fondatore dei Mercedari Pietro Nolasco ebbe una visione della Santissima Vergine, la quale…
Beata Vergine Maria Consolatrice

– Beata Vergine Maria Consolatrice
Consolatrice degli AfflittiConsolatrice degli Afflitti. Questo il titolo attribuito a Maria, madre di Gesù, sin dai primi tempi del Cristianesimo. Ma da cosa deriva questa “natura…
Maria Madre della Chiesa

– Maria Madre della Chiesa
Madre dei fedeli e dei pastori della ChiesaIl giorno 11 febbraio 2018 su volontà di Papa Francesco la Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti ha iscritto nel Calendario…
Nostra Signora del Pilar

– Nostra Signora del Pilar
Protettrice degli ispaniciLa parola pilar nella lingua spagnola significa letteralmente pilastro. Il 2 gennaio del 40 a Saragozza la Vergine apparve all’Apostolo Giacomo deluso…
Maria che scioglie i nodi

– Maria che scioglie i nodi
Risolutrice delle avversità Maria che scioglie i nodi è rappresentata in un dipinto del 1600 di Georg Melchior Schmidtner conservato nella chiesa di San Pietro ad Augusta (Augsburg)…
Madonna di Czestochowa

– Madonna di Czestochowa
Il quadro miracolosoUn’antica icona della Madonna Nera viene venerata fin dal secolo XIV a Jasna Góra. Secondo quanto tramanda la tradizione religiosa, l’icona sarebbe stata…
Madonna di Montserrat

– Madonna di Montserrat
ApparizioneSecondo la leggenda, l’immagine della Vergine fu ritrovata da alcuni fanciulli che accudivano un gregge dentro una grotta nell’880, dopo aver visto una…
Beata Vergine Maria di Costantinopoli

– Beata Vergine Maria di Costantinopoli
L’iconografia bizantinaIl culto per la Madonna di Costantinopoli, molto diffuso in varie località italiane, risale a un tempo e un luogo molto lontani, ovvero alla città di Costantinopoli…
Madonna di Montevergine

– Madonna di Montevergine
In Campania, nella provincia di Avellino, a Mercogliano, si trova un grande Santuario, dedicato alla Madonna di Montevergine, conosciuta anche come Mamma…
Nostra Signora Aparecida

– Nostra Signora Aparecida
Il miracolo dei pesciIl santuario principale, considerato come il simbolo della nazione e la Lourdes del Brasile, è quello di Nostra Signora Aparecida. Le sue origini risalgono…
Santa Maria del Fonte presso Caravaggio

– Santa Maria del Fonte presso Caravaggio
ApparizioneIl 26 Maggio del 1432 a Mazzolengo, vicino Caravaggio in provincia di Bergamo, Lombardia, avvenne una delle apparizioni della Madonna. Una giovane contadina…
Madonna del Buon Consiglio

– Madonna del Buon Consiglio
MiracoloUno dei nomi con cui è conosciuta la Madre di Dio e alla quale i fedeli si rivolgono è la Madonna (o Madre) del Buon Consiglio. Il Consiglio a cui ci si…
Sposalizio di Maria e Giuseppe

– Sposalizio di Maria e Giuseppe
Giuseppe prende Maria in moglieSi festeggia il 23 gennaio la celebrazione liturgica del matrimonio tra Maria e Giuseppe, coloro che hanno accolto e cresciuto il figlio di Dio sulla Terra…

Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram

Mostra santi del giorno:
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
Usa il calendario:
<PrecSucc>

dicembre 2023
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Oggi 8 dicembre si venera:

Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria
La purezza dal peccato originaleNel paradiso terrestre Iddio Padre, nell’atto di scacciare Eva, preannunzió la nascita di una donna che avrebbe schiacciato la testa al serpente e colla sua concezione senza macchia avrebbe riparato i…

Domani 9 dicembre si venera:

San Siro di Pavia

San Siro di Pavia
VescovoS. Siro della Palestina, era stato ammaestrato e innalzato a ministro del Signore dai discepoli degli Apostoli. Preso seco il santo giovane luvenzio, mosse per l’Italia, evangelizzando ovunque, e sostò…
newsletter

 Iscriviti

Oggi 8 dicembre nasceva:

San Gabriele Taurino Dufresse

San Gabriele Taurino Dufresse
MartireUno dei più instancabili missionari francesi in Cina durante il XVIII e XIX secolo, Gabriele nacque a Lezoux, a oriente di Clermont-Ferrand, l’8 dicembre 1750, studiò per il sacerdozio al seminario di…
Oggi 8 dicembre si recita la novena a:

– Madonna di Guadalupe
Nostra Signore di Guadalupe, secondo il tuo messaggio in Messico, io ti venero come ” la Vergine Madre del vero Dio per quelli cui vivono, il Creatore di tutto il mondo, del cielo e della terra.” Nello…
– Madonna di Loreto
Vergine Lauretana, nel salutarti con filiale devozione amo ripetere le parole dell’Arcangelo Gabriele ed anche le tue: “Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con Te». “Grandi cose ha compiuto in me…
– Santa Lucia
O gloriosa Santa Lucia, che fin dalla vostra prima età corrispondeste docilmente all’educazio­ne cristiana, che vi diede la piissima madre vostra, otteneteci di apprezzare, fra le tenebre dell’attuale…
– San Giovanni della Croce
I. Cortesissimo Iddio, fu pur tenero e sollecito l’amore che voi dimostraste a Giovanni ancor fanciullino, quando sfortunatamente caduto in profondissima fossa, gli spediste la stessa vostra madre a stendergli…
 

 

 

“Marcia dei quarantamila”: l’inizio di una nuova stagione

Home  Intervento  “Marcia dei quarantamila”: l’inizio di una nuova stagione

“Marcia dei quarantamila”: l’inizio di una nuova stagione

 

Foto ©Wikipedia

A Torino, il 14 ottobre del 1980, alcune migliaia di quadri, impiegati della FIAT, ma anche artigiani, commercianti e piccoli industriali, dopo un’assemblea al teatro Nuovo, sfilano per le vie della città, con slogan e cartelli di forte polemica contro gli operai in sciopero alla FIAT da 35 giorni e i sindacati che avevano organizzato, per impedire sul nascere tentativi di crumiraggio, il blocco dei cancelli di Mirafiori e rigidi picchetti a tutti gli ingressi. Al vertice della FIAT, nel mese di luglio di quell’anno, Umberto Agnelli si era dimesso e Cesare Romiti era divenuto l’amministratore delegato unico della grande azienda torinese, teorizzando e praticando una linea dura nelle relazioni industriali: nell’ottobre del 1979 ben 61 operai sono licenziati, sulla base di accuse rivelatisi senza fondamento, per delle violenze commesse in fabbrica e per connivenze con il terrorismo. In questo clima di forte tensione la direzione Fiat preannuncia, all’inizio di settembre, la cassa integrazione per 24 mila dipendenti e, dopo una inutile trattativa, l’11 settembre, comunica il licenziamento di ben 14.469 operai. Immediata è la proclamazione dello sciopero che ha una risonanza nazionale. Persino il sempre misurato segretario del Partico comunista, Enrico Berlinguer, in un comizio volante davanti ai cancelli, promette il sostegno pieno anche nel caso il Consiglio di fabbrica decida l’occupazione della fabbrica.

A seguito anche dell’intervento dei sindacati confederali, i licenziamenti sono sospesi ma si attuano massicci provvedimenti di messa in cassa integrazione a zero ore in tutti gli stabilimenti Fiat: oltre 20 mila, più numerosi prepensionamenti. A farne le spese sono in forma selettiva i delegati e i militanti sindacali.

Questa è la premessa della “marcia dei quarantamila” del 14 ottobre. Per il vero i partecipanti furono ben lontani da questa cifra: solo 12 mila secondo i dati forniti dalla Questura di Torino, ma il numero fu enfatizzato, paradossalmente, sia da cesare Romiti che dal segretario della CGIL, Luciano Lama e così la cifra dei 40 mila è passata alla cronaca e alla storia.

Nella lunga vertenza i sindacati sembravano avere ancora la forza contrattuale acquisita nella stagione dell’autunno caldo ma la marcia dei quarantamila, quale che sia stato il numero vero dei partecipanti, fu interpretata e sfruttata immediatamente dalla direzione FIAT, di certo non estranea alla sua ideazione, per imporre ai sindacati un accordo che prevedeva la messa in cassa integrazione a zero ore per 23 mila dipendenti, che, di fatto, fu il preludio dei futuri licenziamenti. I 35 giorni della lunga vertenza finiscono con la netta sconfitta del sindacato. Gran parte dei cassaintegrati finirono per essere espulsi dal ciclo produttivo e si ebbero persino, nei quattro anni successivi, ben 149 suicidi tra di essi.

La marcia dei quarantamila chiuse un periodo di fuoco seguito alla crisi congiunturale del settore auto e quella di Fiat in particolare, derivanti in parte dalle crisi energetiche del decennio precedente e dal cambio degli scenari produttivi. Dopo mesi segnati da forti scontri tra azienda e sindacati, il corteo di capi e impiegati invertì gli equilibri e condusse alla firma di un accordo la notte immediatamente successiva, che si risolse in una sorta di resa incondizionata all’azienda. Sono messi in cassa integrazione a zero ore, preludio del licenziamento, 23 mila persone. A Torino, solo due anni dopo, chiude per assumere in futuro nuove funzioni, persino lo stabilimento simbolo della FIAT, il Lingotto.

Paul Ginsborg nella sua nota “Storia d’Italia dal dopoguerra a oggi” (Einaudi 1989) ha scritto che la marcia dei quarantamila rappresentò “la fine di un’epoca”. Fu un evento periodizzante: nel breve periodo pose fine alla dura vertenza sindacale iniziata 35 giorni prima, facendo trionfare la strategia FIAT di contenere i costi con una drastica riduzione della manodopera; In effetti essa, nel medio periodo costituì la fine della lunga stagione dell’autunno caldo, iniziata con i grandi movimenti sociali del 1968-1969, nella quale si ebbero grandi conquiste salariali e normative del mondo del lavoro. Nel lungo periodo può essere interpretata come un segnale e un simbolo della crisi dell’età del Fordismo: grandi fabbriche, grandi concentrazioni di operai-massa, diffusa sindacalizzazione e forte potere contrattuale e anche, a beneficio della collettività nel suo insieme, affermazione del Welfare State e dei diritti sociali.

Lo storico torinese, Giovanni De Luna, ha dedicato all’evento una stimolante monografia; “La marcia dei quarantamila: come finisce il Novecento” (Feltrinelli 2020).  Ragionando sul valore simbolico di quella vicenda, a suo pare, dalla fine degli anni Settanta, con il tramonto della fabbrica e l’esaurirsi del conflitto sociale, la società italiana, come si arguisce dal titolo del suo libro, ne esca trasformata – e non in meglio – e fuoriesce dal Novecento.

Si chiude un ciclo politico e sociale durato oltre un trentennio e s’inaugura una stagione segnata da una nuova antropologia degli italiani, da una nuova realtà produttiva, da una nuova configurazione culturale: l’operaio-massa, il protagonista indiscusso delle lotte e delle conquiste degli anni Settanta, esce di scena; al suo posto si affermano nuove appartenenze sociali basate sulla corsa al benessere individuale o di casta, coagulate attorno alle categorie del mercato, con un indubbio affievolirsi dei valori della partecipazione e della solidarietà.

In forma letteraria è la conclusione del romanzo di Cristiano Ferrarese, “Quarantamila” (Scrittura Pura, 2022), che ripercorre quelle vicende, avendo come protagonisti il giovane operaio Josif, il padre in sciopero, la fidanzata commessa ma anche, per avere più punti di vista, il signor Luigi, che è poi Luigi Arisio, il caporeparto che organizzo la marcia.

Scrive Ferrarese: “La classe operaia ha perso, la Fiat ha vinto con il supporto della classe media e della maggioranza silenziosa. Non credo potesse andare diversamente – conclude – forse la sconfitta avrebbe potuto esser meno dolorosa, ma alla fine a pagarla non sono stati solo gli operai, ma anche molti di quelli che parteciparono alla Marcia del Quarantamila”.