Salute e sicurezza

Cgil, Cisl, Uil: decreto “del fare” su salute e sicurezza

Le segreterie confederali di Cgil, Cisl e Uil in un messaggio sottolineano il miglioramento di alcune norme contenute nel cosiddetto “decreto del fare” riguardanti la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro in fase, apportate in sede di conversione in legge.

Anche se – evidenziano – che alcuni punti scottanti rimangono ancora aperti in particolare per quanto riguarda: la norma che semplifica l’attestazione della valutazione del rischio per le piccole aziende; il parametro dei cinque uomini-giorno che rappresenta solo una forma intermedia che non risponde ad alcun valore aggiunto; le notifiche obbligatorie riguardanti i lavoratori esposti a particolari rischi e la problematica, tuttora presente, dei piani di sicurezza e coordinamento e dei piani operativi di sicurezza per le aziende in edilizia”.

“Valutiamo positivamente – prosegue il messaggio – il recupero della obbligatorietà dell’informazione degli infortuni mortali e gravi da parte dell’Inail. Nel nuovo testo, infatti  – si legge nel documento – l’Istituto assicuratore comunicherà per via telematica alle autorità P.S., alle Asl, alle Autorità portuali, marittime e consolari, alle direzioni territoriali del lavoro, etc. i dati relativi alle denunce di infortuni sul lavoro mortali e di quelli con prognosi superiori ai 30 giorni attraverso il Sinp (sistema informativo nazionale di prevenzione)”.

“Anche se – sottolinea la nota unitaria – a tutt’oggi questo sistema non è ancora istituto e attivo e per questo motivo le organizzazioni sindacali chiedono di identificare al più presto un’altra forma di trasmissione per diffondere le notizie direttamente ai destinatari in attesa del canale di comunicazione istituzionale”.

Cgil, Cisl e Uil chiedono infine “un’ulteriore assunzione di responsabilità a Parlamento e Governo per modificare il provvedimento affinché non si producano riduzioni ingiustificate di tutele per i lavoratori e le lavoratrici”.

Salute e sicurezzaultima modifica: 2013-07-25T21:47:02+02:00da vitegabry
Reposta per primo quest’articolo